Concorrenti o Alleati?

Concorrenti o Alleati?

Ad oggi, una buona percentuale di consumatrici è elettrizzata al solo pensiero di poter eseguire trattamenti di bellezza nella comodità del proprio ambiente domestico. Tendenza che va di pari passo con il cosiddetto “cocooning” (“coccolarsi”, “rilassarsi”), moda nata negli anni ‘80 che continua ancora oggi a essere molto in voga.

Il cocooning è un’implicazione  diretta del forte individualismo che caratterizza la moderna società, e che ci spinge a privilegiare sempre di più la dimensione privata a scapito di quella pubblica; come conseguenza, sempre più persone finiscono per prediligere la familiarità delle proprie mura domestiche all’estraneità del “mondo esterno”. È anche con il cocooning che si può spiegare, in parte, la grande diffusione conosciuta recentemente dai cosiddetti HUD (Home Use Devices), le apparecchiature di bellezza a uso domiciliare.

Si stima che la vendita di apparecchiature estetiche domiciliari a livello mondiale abbia un valore di 2,3 miliardi di dollari; considerando che il giro d’affari dell’industria cosmetica si aggira intorno ai 400 miliardi, appare evidente come da quello degli HUD sia un segmento di mercato ancora abbastanza ridotto. Le grandi multinazionali del settore hanno però iniziato a introdurre sul mercato nuovi prodotti, gettando le basi per una crescita potenzialmente travolgente di questo business nel giro di pochi anni. Secondo una ricerca condotta nel 2014 su scala globale, sono soprattutto le donne ad avvalersi di dispositivi di bellezza per l’uso domestico. Quali sono le più popolari e come si possono integrare con successo nell’ambito della rivendita di un centro estetico?

Leggi l'articolo completo a pagina 36 di Beauty Forum.

Tags: Beauty & Care