Estremi Rimedi

Estremi Rimedi

Quando la cliente si guarda allo specchio dopo un trattamento estetico dovrebbe essere entusiasta di quello che vede e stimolata a impegnarsi in sedute regolari in istituto e nell’utilizzo di prodotti domiciliari abbinati. Il pericolo che qualcosa vada storto, però, è sempre dietro l’angolo. D'altra parte, è risaputo: quando si pretende troppo, e lo si pretende troppo in fretta, il risultato può essere tutto il contrario di ciò che ci si aspettava. Ecco allora che la cliente, furiosa, arriva nel tuo centro puntando il dito: voleva un trattamento che la rilassasse e le donasse un incarnato tonico e bello, e invece si ritrova con il viso costellato di pustole!

Può essere solo colpa del trattamento, ne è certa. 

Come comportarsi con una cliente arrabbiata per gli esiti imprevisti di un trattamento? Falla parlare per prima e non interromperla finché non avrà finito: metterti a discutere senza avere tutti gli elementi in mano non servirà a nulla, se non a far degenerare inutilmente la situazione. Quando avrà finito, chiedile di stendersi sul lettino e rivolgile delle domande specifiche: cos’è successo, quando sono comparse le efflorescenze e che tipo di fastidio le provocano (bruciore, dolore, prurito?). Chiedile anche se nel lasso di tempo tra il trattamento e la comparsa delle pustole si ricorda di aver assunto farmaci particolari, oppure se ha preso il sole o si è fatta una lampada. Quando avrai un quadro più completo, spiegale in maniera amichevole cosa pensi sia successo e perché la pelle potrebbe aver reagito in quel modo. 

Una risposta inaspettata al trattamento estetico può avere diverse cause: può trattarsi di una reazione allergica, di scarsa tollerabilità della pelle, ma anche, semplicemente, delle normali ripercussioni di un trattamento particolarmente intensivo (come una microdermoabrasione, un needling cosmetico o un peeling agli acidi della frutta) che però la cliente non aveva considerato. In alcuni casi può anche trattarsi di un effetto collaterale scatenato dall’interazione dei prodotti che hai utilizzato con qualche medicinale assunto dalla cliente. Non è raro, però, che la causa di una reazione imprevista sia la trascuratezza della cliente stessa: per “scatenare l’inferno” è sufficiente una visita al solarium, un’esfoliazione troppo intensa, un trattamento di luce pulsata oppure l’utilizzo di un prodotto che non era contemplato nel protocollo domiciliare da te fornito. Una volta circoscritto il problema è facile porvi rimedio, ma come si fa a capire cosa sia successo?

Leggi l'articolo completo a pagina 14 di Beauty Forum.

Tags: Beauty & Care