Non Chiamiamola Cellulite

Non Chiamiamola Cellulite

È un problema che affligge soprattutto le donne: hanno un busto snello e una vita sottile, ma dalla cintola in giù le proporzioni si fanno più piene e le rotondità più difficili da nascondere. A volte si tratta di semplice conformazione fisica, magari accompagnata dalla diffusissima cellulite. Altre volte, però, quello che può sembrare un ordinario inestetismo nasconde un vero e proprio problema di salute: il cosiddetto “lipedema”

Conoscere la natura di questo disturbo, i suoi sintomi e le sue manifestazioni è fondamentale per un’estetista: la frequente confusione con la classica cellulite può portare la cliente/paziente a sottovalutare il problema e a ricorrere a soluzioni sbagliate mentre, come vedremo, una diagnosi precoce è determinante ai fini del trattamento. 

Il lipedema è un disturbo congenito che riguarda la distribuzione del tessuto adiposo nel corpo; compare in maniera simmetrica sui due arti opposti, progredisce in maniera cronica e, benché colpisca soprattutto gambe e cosce - formando le tanto odiate sporgenze note come “culotte de cheval” -, nei casi più gravi può manifestarsi anche sulle braccia. I soggetti colpiti, prevalentemente di sesso femminile, non ne soffrono solo a livello fisico, ma anche a livello psicologico. 

Si può rallentare il decorso della malattia ricorrendo a terapie conservative come linfodrenaggio o compressioni; ecco perché una diagnosi precoce è fondamentale nella lotta al lipedema. Quando questi metodi risultano inefficaci, o quando la malattia si trova già a uno stadio troppo avanzato, per alleviarne i sintomi si possono aspirare i cuscinetti adiposi ricorrendo alla liposuzione. 

Si contano tre stadi di avanzamento del lipedema: quando si parla di lipedema al primo stadio la superficie cutanea appare leggermente nodosa e “a buccia d’arancia” (come nel caso della cellulite); al secondo stadio, la pelle ha un aspetto più granuloso e iniziano a comparire i primi affossamenti; al terzo stadio, infine, gli arti sono disseminati di accumuli adiposi grandi, deformati e molto evidenti. La gravità del disturbo viene invece distinta in 5 tipi.

Leggi l'articolo completo a pagina 56 di Beauty Forum.

Nel Dossier Medical Beauty puoi leggere anche:

Lavoro di Squadra
L’esperienza di Milano Estetica, dove la collaborazione è di casa

Problemi di Vocabolario
Invasivo, non invasivo, mini-invasivo: un po’ di chiarezza sulle definizioni.

Quando la Spa incontra l'High Tech
I segreti di un “ibrido” di successo: la Medical Spa. 

Tags: DOSSIER: Medical Beauty