Bellezza all'Altare

Bellezza all'Altare

Nel giorno del sì è meglio andare sul sicuro con un beauty look acqua e sapone, o stupire con un make up ricco ed elaborato? Come spesso accade, "la virtù sta nel mezzo": indipendentemente da quali siano le abitudini quotidiane della futura sposa - dal fatto che detesti truccarsi o che, al contrario, ami sperimentare davanti allo specchio con pennelli e colori - il make up per il giorno del sì deve essere abbastanza appariscente da far brillare la sposa sopra tutti, ma al tempo stesso mai sopra le righe, nel segno della raffinatezza che dovrebbe contraddistinguere ogni sposa.

Ogni visagista sa che, per un beauty look impeccabile, la preparazione della pelle è fondamentale: la futura sposa dovrebbe provvedere con congruo anticipo a neutralizzare imperfezioni e discromie con trattamenti mirati e con una rigorosa routine domiciliare, arrivando al grande giorno con una pelle sana, idratata e pronta a essere valorizzata dal make up.

La base trucco deve essere resistente ma naturale, in grado di fondersi perfettamente con la carnagione del viso: la prova trucco in questo senso è fondamentale, soprattutto per chi non ha l'abitudine di utilizzare quotidianamente il fondotinta, perché permette di individuare con un buon margine di certezza e senza sorprese la tonalità più adeguata. Un prodotto imprescindibile in tema di bridal look è il blush: più rosato per i sottotoni freddi, tendente al pesca per i sottotoni caldi, conferisce al viso un'allure romantica e sognante che dona a ogni sposa. Nell'arsenale del Make Up Artist non può mancare, poi, un buon prodotto illuminante per valorizzare i punti di forza del viso: tocchi di luce nei punti giusti renderanno la sposa ancora più raggiante. 

In fatto di trucco occhi e labbra, la regola generale è sempre la stessa: se si sceglie di enfatizzare molto i primi è bene "caricare" un po' di meno le seconde - e viceversa. Su quali colori puntare, però?

Leggi l'articolo completo a pagina 72 di Beauty Forum.

Tags: Style