Relax per le Braccia

Relax per le Braccia

Quella dell'estetista è una professione squisitamente manuale: ogni giorno massaggia, stende creme, applica maschere e, una volta finito un trattamento, riordina la cabina, pulisce, disinfetta gli strumenti. Con una routine quotidiana di questo tipo, non sorprende che mani e braccia possano affaticarsi in maniera eccessiva. Cosa fare, però, se un indolenzimento tutto sommato contenuto si trasforma in una vera e propria condizione dolorosa?

Con l’agenda piena di appuntamenti non c’è tempo per farsi fare un massaggio, né tantomeno per andare dal fisioterapista. Ecco quindi che, spesso e volentieri, la propria salute e il proprio benessere finiscono per essere trascurati.

In casi come questo, non è certo consigliabile imbottirsi di analgesici. Inoltre, dietro a questi sintomi potrebbe nascondersi una vera e propria patologia, come la sindrome del tunnel carpale, disturbo che colpisce moltissime professioniste della bellezza.  

Si tratta di una patologia subdola: dapprima le mani sembrano solo leggermente "addormentate"; a questo primo stadio seguono l’intorpidimento e una sensazione di formicolio che dalla punta delle dita, lentamente, si diffonde anche al resto della mano. Infine, arriva un momento in cui non si riescono più a muovere correttamente le dita, e persino chiudere le mani a pugno provoca dolore.

Ecco perché è importante per un’estetista prendersi cura non solo del benessere degli altri, ma anche del proprio - e della propria salute. Grazie alla tecnica giapponese di auto-massaggio chiamata “Hando Kea Do” è possibile rilassare in modo mirato la muscolatura di mani e avambracci anche durante una breve pausa, prima o dopo una giornata lavorativa particolarmente stressante e contrastare così, in pochi minuti, la possibile insorgenza di disturbi come la sindrome del tunnel carpale.

Leggi l'articolo completo a pagina 90 di Beauty Forum.

Tags: Life & Work