Un supporto prezioso

Un Supporto Prezioso

Ogni anno in Italia vengono diagnosticati circa 365.000 nuovi casi di tumore (esclusi i tumori della pelle, per i quali esiste una classificazione a parte). La stima, fornita dall'Associazione italiana registri tumori (AIRTUM), è senz'altro impressionante, ma l'indagine rileva anche come siano sensibilmente migliorate, negli anni, le percentuali di guarigione. Il merito, oltre che delle sempre più sofisticate tecnologie di screening, va attribuito anche alla maggiore efficacia delle terapie che, grazie alla ricerca, hanno fatto e stanno facendo passi da gigante.

Come sa bene chiunque abbia avuto a che fare con questa patologia, le terapie oncologiche hanno ricadute significative sul corpo. Per quanto riguarda la pelle, i cambiamenti possono essere anche molto visibili e investire la sfera psicologica del paziente, generando imbarazzo e insicurezze legate al proprio aspetto. 

Eppure, sentirsi bene con se stessi è di fondamentale importanza quando ci si accinge ad affrontare un percorso di guarigione. È a partire da questa premessa che è nata e si è sviluppata l'estetica oncologica, disciplina che sta riscuotendo un grande successo tra professioniste e pazienti. Ma quali sono, nello specifico, le ripercussioni  estetiche che la terapia ha sulla pelle? E quale può essere il ruolo dell'estetista in questo delicato frangente? Lo abbiamo chiesto a Carolina Ambra Redaelli, presidente dell'Associazione Professionale di Estetica Oncologica (APEO).

Leggi l'intervista a pagina 46 di Beauty Forum.

Nel dossier trovi:
Il Sole Ti Fa Vecchia
Gli effetti dei raggi UV sulla pelle e le contromisure in isituto.

Una Pelle Come Nuova
Q Italy presenta Q Skin Perfect 2.0.

Nemico Pubblico
I migliori principi attivi anti-inquinamento e le opzioni di trattamento.

 

Tags: DOSSIER: Pelle Sotto Attacco APEO