Parola d'ordine: personalizzare!

Parola d'Ordine: Personalizzare!

Corte o allungate, monocolore o arcobaleno, semplici o decorate, oggi le unghie rappresentano per le donne di tutte le età un irrinunciabile strumento di espressione di sé e del proprio stile. Il mercato nail, negli ultimi anni, si è nutrito di questa tendenza e l'ha  contemporaneamente alimentata, lanciando nuovi prodotti e accessori, affinando tecnologie e formulazioni.

Come risultato, oggi la professionista beauty ha a disposizione una vastissima gamma di opzioni per abbellire le unghie delle proprie clienti: come orientarsi in mezzo a tanta varietà?

Non c'è una cliente uguale a un'altra: la morfologia e le caratteristiche delle unghie naturali possono variare in modo sostanziale da mano a mano, e un'accurata analisi preliminare permette all'operatrice di valutare a monte le possibili opzioni di trattamento. Una manicurist esperta è in grado, già a partire da questa prima osservazione, di orientare la cliente  verso il servizio più adeguato. La sola analisi visiva delle unghie non è però sufficiente ai fini della personalizzazione del servizio. Le variabili in gioco sono diverse: che professione svolge la cliente? Come impiega il suo tempo libero? Che tipo di manicure desidera in termini di lunghezza e spessore delle unghie, durata del colore, resistenza e tenuta? Sono solo alcune delle domande preliminari che dovresti rivolgere alla tua cliente, specie se è la prima volta che siede al tuo tavolo da manicure. In base alle sue risposte, sarai in grado di consigliarle il trattamento che meglio coniuga i suoi gusti e le sue esigenze, ciò che vorrebbe e ciò che le serve. 
Per quanto standardizzate possano  essere le domande che decidi di rivolgere alle tue clienti durante l'intervista preliminare, con le loro bizzarre e fantasiose risposte potresti compilare un'enciclopedia intera: dall'eterna indecisa a quella che pretende un servizio palesemente non adatto alle sue unghie, intorno alla postazione manicure se ne sentono ogni giorno di tutti i colori. Il più delle volte, tuttavia, una cliente incerta o che  avanza richieste insolite è semplicemente una cliente che non ha un'idea ben precisa di cosa puoi fare per lei. I brand ne sono consapevoli, e le innovazioni che lanciano sul mercato non sono casuali: ogni nuovo prodotto è studiato per rispondere a un'esigenza specifica, accontentando la consumatrice finale, ma soprattutto rendendo più facile la vita all'operatrice. 

In linea generale, potremmo tracciare 3 profili di cliente-tipo: una classificazione certamente non esaustiva, ma utile per inquadrare la cliente e indirizzarla fin da subito verso il prodotto/trattamento più adeguato alle sue preferenze e al suo stile di vita. Vediamoli insieme.

Leggi l'articolo completo a pagina 56 di Beauty Forum.

Tags: Style