Detersione Delicata

Detersione Delicata

Che tu sia estetista da molto o poco tempo, ti sarà senz’altro capitato di sentirti chiedere dalle tue clienti se la semplice acqua sia sufficiente per la pulizia quotidiana del viso. Chiaramente, l’unica risposta a questa domanda è un secco “no”.

anche quando le clienti non usano trucco, durante la giornata sudore, sebo, polveri e altre particelle ambientali si depositano sul viso come una pellicola. Tra queste sostanze spesso ci sono anche elementi che si mescolano al grasso cutaneo: limitarsi a sciacquare il viso con l’acqua non è sufficiente a liberarci da queste sostanze. 

La maggior parte dei prodotti per la detersione contiene i cosiddetti tensioattivi, che sono delle sostanze dalle particolari proprietà detergenti. Raggiunta una certa concentrazione (chiamata CMC, ovvero “concentrazione macellare critica”), le particelle tensioattive iniziano ad accumularsi spontaneamente in piccole strutture sferiche chiamate “colloidi di associazione”: queste strutture sferiche sono le micelle. La loro particolarità è l’essere formate da una parte interna lipofila (ovvero che si lega alle sostanze grasse) e una esterna idrofila (cioè che si lega alle particelle di acqua). Questa struttura peculiare permette alle micelle di legarsi sia all’acqua che alle impurità liposolubili: entrambe le “facce” delle micelle si depositano contemporaneamente sulla pelle, riuscendo così ad attirare a sé le particelle di sporco e ad eliminarle in modo molto efficace. 

Essendo formate da tensioattivi, le micelle non rappresentano certo una novità nel campo della cosmetologia. È altrettanto noto, tuttavia, come l’azione aggressiva dei tensioattivi rischi, in fase di rimozione delle impurità, di seccare eccessivamente la pelle e di sottrarle lipidi. Nei detergenti micellari, invece, è solo una quantità minima di prodotto ad agire come tensioattivo e questo rende la pulizia particolarmente delicata.

Leggi l'articolo completo a pagina 18 di Beauty Forum.

Tags: Beauty & Care