Trattamenti per combattere i primi segni dell'età delle trentenni

Meravigliosamente Trentenni

Quello stile di vita attivo e dinamico che contraddistingue le giovani donne di oggi lascia spesso troppo poco tempo alla pelle per rigenerarsi. Quando però compaiono le prime rughe, ecco che subito si corre dall’estetista: le trentenni iniziano ad avvicinarsi così ai trattamenti antiage professionali in istituto e tu, esperta di bellezza, puoi fare davvero molto per aiutarle a ritrovare l'aspetto radioso che aveva la loro pelle a vent'anni.

Non è sufficiente, però, proporre un semplice trattamento fine a se stesso: serve un consulto a tutto tondo. Se vuoi entusiasmare le tue clienti e, al contempo, trattare i loro inestetismi in maniera ottimale, abbina a un impeccabile trattamento viso anche dei consigli di lifestyle per uno stile di vita più equilibrato. A quest'età, cambiamenti anche minimi nella propria quotidianità sono spesso sufficienti a ridonare vigore a una pelle trascurata.

LA PELLE CAMBIA
Lo stile di vita è sicuramente un fattore determinante per l’invecchiamento cutaneo delle giovani donne; a prescindere da questo, però, non bisogna dimenticare che verso i trent'anni hanno luogo nella pelle alcuni cambiamenti importanti. Certo, ad alcune donne succede prima e ad altre dopo, ma il periodo è pressoché lo stesso. A quest'età il "telaio" che sostiene la pelle, composto da collagene ed elastina, inizia a perdere tono ed elasticità: si formano così le prime rughe. Anche la concentrazione di acido ialuronico diminuisce, rendendo la pelle via via più sottile, secca e soggetta alle rughe.
Un'epidermide screpolata e non uniforme, inoltre, non riesce a riflettere la luce come dovrebbe. L'incarnato sembra quindi stanco e opaco, peggiorando ulteriormente l'aspetto generale del viso. 

PRINCIPI ATTIVI OVER 30
Per un trattamento antiage efficace, uno degli ingredienti più usati è e rimane l’acido ialuronico - che, però, non è tutto uguale: solo quello a triplo e quadruplo peso molecolare vanta un reale effetto rimpolpante nei diversi strati della pelle.
Altri principi attivi molto utili sono la vitamina C e la vitamina E, che combattono i radicali liberi e contrastano lo stress ossidativo. Le alghe, invece, rafforzano la funzione protettiva della pelle, mentre i flavonoidi e i polifenoli leniscono la cute e contribuiscono a renderla liscia. Di norma, quindi, a ringiovanire e rendere la pelle complessivamente più radiosa non è un solo principio attivo, ma l’effetto di più principi attivi combinati insieme e perfettamente in equilibrio tra loro. Non è la quantità che conta, ma la concentrazione degli ingredienti, che deve essere perfetta!
Le sostanze di origine vegetale, tra cui i fitosteroli, i gliceridi, gli acidi grassi liberi e il tocoferolo, migliorano la luminosità della pelle e aiutano a renderla elastica e morbida, mentre fitoestratti ricavati da fiori come primula, viola, eufrasia o acacia di Costantinopoli, oltre a calmare la pelle e a renderla liscia, deliziano la cliente con associazioni positive. Un complesso a base di alghe, Aloe vera e acido ialuronico, invece, è un mix capace di donare un’idratazione intensa ed è un vero e proprio booster di giovinezza per la pelle.

In quali trattamenti impiegare questi attivi? Scoprili a pagina 40 di Beauty Forum.

In questo Dossier trovi anche:
Un Laboratorio Anti-Age
Overline presenta élite Resolution Face Lab.

Peptidi Superstar
5 combinazioni di peptidi dal formidabile potere anti-età.

Il Potente Dono delle Api
Le applicazioni cosmetiche del veleno d'ape in ottica antiage.

Le Mani Non Mentono
Utili extra per cancellare dalle mani i segni dell'invecchiamento.

Ritorno ai Fondamentali
Il massaggio come primo e insostituibile alleato antiage.

Parliamoci Chiaro
Over 50 in istituto: come comunicare con loro?

Tags: DOSSIER: Antiage