Il massaggio come primo e insostituibile alleato antiage

Ritorno ai Fondamentali

Da qualche anno, i trattamenti antiage più in voga sono quelli che implicano l'utilizzo di apparecchiature high tech come ultrasuoni, microdermoabrasione, needling estetico e molti altri. Ciò che nessun macchinario potrà mai sostituire, tuttavia, è il tocco delle nostre mani. In un trattamento estetico, il massaggio manuale stimola sensazioni e risposte che nessun macchinario può simulare, ed è giusto che sia così.

La maggior parte dei massaggi innesca una stimolazione della pelle, del microcircolo, del sistema metabolico e di quello linfatico; mentre questi vengono sollecitati, i muscoli e il sistema nervoso invece si rilassano. Questo vale anche per il viso dove, non dimentichiamolo, si trovano 26 muscoli che, tendendosi e rilassandosi, influiscono sulla nostra mimica facciale.

IL MASSAGGIO CLASSICO
Il più classico dei massaggi antiage è caratterizzato in larga parte da prese drenanti, spesso ispirate alla tecnica di massaggio californiano comunemente nota come “Esalen”. Questo metodo, sviluppato nel 1960 presso la scuola di massaggio Esalen appunto, nella regione californiana del Big Sur, è una rivisitazione del classico massaggio svedese e, come quest'ultimo, viene eseguita anche sul resto del corpo.
Attraverso questo tipo di contatto vengono amplificate le percezioni sensoriali del corpo e gli viene restituito il suo equilibrio armonico. Il massaggio va eseguito con l'ausilio di un olio o una crema per massaggi.
Il mio consiglio: Quando devi scegliere l’olio o la crema, presta attenzione alla formulazione: alcuni prodotti, infatti, contengono sostanze grasse che risultano appropriate sono nel caso di massaggi di lunga durata. Alcuni brand, inoltre, inseriscono nei prodotti da massaggio dei cocktail di principi attivi che consentono di agire ancora più in profondità e di ottenere subito risultati visibili. Al termine, i prodotti vanno risciacquati o rimossi.

UNA TECNICA DAL GIAPPONE
Negli ultimi anni hanno cominciato a diffondersi nei centri estetici tecniche di massaggio antiage provenienti da diverse parti del mondo. Una di queste arriva dal Giappone ed è conosciuta con il nome di “Kobido”, una vera e propria filosofia in cui la bellezza è vista come la naturale conseguenza di un corpo sano e un’anima sana.
La tecnica è stata introdotta nel XIV secolo dall’allora Imperatrice del Giappone, che desiderava un incarnato bello e luminoso come quello delle Geishe. Il massaggio rinforza i muscoli del viso, aiuta la pelle a mantenersi elastica e consente di contrastare sia la formazione delle rughe che il rilassamento cutaneo. 
È soprattutto sui contorni del viso e sulle guance che i risultati di questa tecnica risultano visibili fin da subito: la stimolazione dei meridiani e dei punti energetici, infatti, migliora l’approvvigionamento di nutrienti verso l'epidermide attraverso i capillari.
Caratteristici del Kobido sono i suoi virtuosi movimenti di accarezzamento, percussione e sfioramento, profondamente diversi da quelli dei classici massaggi per il viso. Vanno eseguiti sulla pelle asciutta o, eventualmente, umettando leggermente la cute con una piccola quantità di olio.
Il mio consiglio: Per un risultato duraturo, esegui un peeling agli acidi della frutta prima del massaggio, eseguendo quest'ultimo come chiusura di trattamento.

Scopri le altre tecniche di massaggio a pagina 50 di Beauty Forum.

In questo Dossier puoi leggere anche:
Meravigliosamente Trentenni
Trattamenti per combattere i primi segni dell'età.

Un Laboratorio Anti-Age
Overline presenta élite Resolution Face Lab.

Peptidi Superstar
5 formidabili combinazioni di peptidi.

Il Potente Dono delle Api
Le applicazioni antiage del veleno d'ape.

Le Mani Non Mentono
Come cancellare dalle mani i segni dell'invecchiamento.

Ritorno ai Fondamentali
Il massaggio come primo e insostituibile alleato antiage.

Parliamoci Chiaro
Over 50 in istituto: come comunicare con loro?

Tags: DOSSIER: Antiage